Lucio Bordignon

Lucio Bordignon è nato a Trivero, in provincia di Biella, 52 anni fa.
Da 35 anni si dedica allo studio degli uccelli e da 10 a quello delle farfalle diurne.
Ornitologo di formazione, ha sviluppato negli anni altre competenze che lo hanno portato a specializzarsi in ripristini ambientali a fi ni faunistici, cioè volti ad ideare e realizzare ambienti utilizzabili da specie selvatiche, con particolare riferimento a quelle più minacciate.
Primo ornitologo a scoprire in Italia la nidifi cazione di specie rare come la Cicogna nera e il Chiurlo maggiore. Ha a suo attivo una settantina di pubblicazioni su riviste italiane specializzate (Rivista Italiana di Ornitologia, Avocetta, Uccelli d’Italia, Picus, Sitta, Avifauna, Rivista Piemontese di Storia Naturale) e estere (Journal of Biogeography, Rev. Ecol Terre Vie, Ficedula) e in atti di convegni italiani ed esteri.
Scrive anche per riviste e periodici di taglio divulgativo a grande tiratura (L’Airone, Oasis, Tuttoscienze de la Stampa, Piemonte Parchi, Acer, Rivista del trekking, La Macchina del tempo) e pubblica articoli sui giornali delle province di Biella, Vercelli e Novara. E’ apparso più volte in TV, in particolare sulle reti RAI in occasione di servizi sulla cicogna nera e sulla aree protette piemontesi. E’ autore di libri scientifi ci sull’avifauna (Valsesia, Città di Cossato, Biellese, Provincia di Novara, Città di Biella, Parco Naturale del Monte Fenera, Pian di Spagna e Lago di Mezzola, La cicogna nera in Italia, Verbano Cusio Ossola, Oasi Zegna).
Il suo libro di narrativa “Passeggiate ornitologiche: collina e baraggia” ha vinto nel 1999 il premio speciale Baroli nel concorso letterario internazionale “L’orso” della città di Biella.
Ha scritto un romanzo naturalistico “Il ritorno della madre nera” dedicato alla cicogna nera, scelto come libro di testo da diverse scuole.

 
Lodovico Ramon e Lucio Bordignon mentre si confrontano sul campo circa le azioni da intraprendere. (Foto: Massimo Mormile)   Lucio Bordignon. (Foto: Massimo Mormile)
 

Negli ultimi 25 anni ha prestato a favore di Enti pubblici e privati molte consulenze, compiuto studi e censimenti sull’avifauna e sulle farfalle diurne, organizzato corsi di ornitologia dal livello primario (scuole dell’infanzia) a quello universitario.
Ama divulgare la sua passione verso il creato direttamente sul campo.
E’ coordinatore del G.L.I.Ci.Ne (gruppo di lavoro italiano sulla cicogna nera) e del Gruppo Smergo. E’ membro del comitato scientifi co dell’Oasi Zegna. E’ inanellatore scientifi co con patentino di tipo A, ed è censore con patente ISPRA per i censimenti sugli uccelli acquatici IWC.
Da sempre impegnato nella salvaguardia del patrimonio naturale piemontese, nel 1983, l’Amministrazione Provinciale di Vercelli gli ha conferito un Riconoscimento Uffi ciale al merito.
Dal 1 luglio 1991 al 31 agosto 2010 ha lavorato presso il Parco Naturale del Monte Fenera, mentre ora è libero professionista.
Dal 1989 collabora col Minerali Industriali: dal 2010 ha assunto il coordinamento dei ripristini in tutte le miniere del Gruppo.
Con Minerali Industriali S.r.l. ha pubblicato altri due libri di natura divulgativo-tecnica dai titoli “Dalla sabbia al cielo”, dedicato agli uccelli e “Dalla Sabbia al colore” dedicato alle farfalle.

 
Lucio Bordignon. (Foto: Massimo Mormile)